ramificazioni in GIT

-Ehi google per favore dicci che cosa é il BRANCH-. Risponde una voce suadente:
-La parola è una fusione tra la parola Breakfast (colazione) e Lunch (pranzo) e sta appunto ad indicare quel pasto che si consuma in tarda mattinata, di solito la domenica e preferibilmente tra le 11 e le 13. Di origine anglosassone, il termine fu coniato da Guy Beringer, scrittore inglese e appassionato di caccia, nel 1895.Scriveva così, su Hunter’s weekly, una rivista per gli amanti della caccia: «Invece della cena domenicale, ordalia dopo la sacra messa di piatti pesanti e torte saporite, – scriveva Beringer – perché non proporre un nuovo pasto, da servire verso mezzogiorno, che cominci con the o caffè? Eliminando il bisogno di alzarsi presto la domenica, il brunch renderebbe la vita più brillante per i bevitori notturni».
-Ehi google interessante, che altro?-
-La sua popolarità cresce negli anni Sessanta, quando il ruolo della donna nella società cambia nettamente, divenendo parte della forza-lavoro insieme all’uomo. Lavorando, anche la donna ha diritto al suo riposo domenicale e ad un risveglio più comodo. Non a caso, spesso il Brunch è legato alla Festa della mamma.
-Ehi google ma cosa si mangia durante il Brunch?-
-Mi dispiace ma devo fare colazione, alla prossima!-

Creative Writing FWD

Al di là della surreale conversazione è palese che ci sia un errore di pronuncia da parte del sottoscritto perché il BRUNCH non è quello capito bene da Google ma quello con la A, quindi BRANCH, ossia RAMO. Se avessi letto la versione inglese dell’ incipit i promessi sposi del Manzoni questo incidente sul ramo del lago di Como non avrebbe creato fraintendimenti. Quindi niente uova, bacon e pancakes ma rami secchi da film dell’ orrore che come si può intuire stanno a rappresentare in GIT una variante parallela nella programmazione rispetto alla linea principale, ossia una diramazione in cui qualcun’altro sta lavorando al progetto mentre noi facciamo altro. Magari qualcuno mentre noi stiamo creando una vetrina di prodotti sta andando avanti lateralmente a programmare il LOGIN per esempio con tutte le sue parti dinamiche a supporto. Va da sé che con il BRANCH si evidenzia anche un principio, che è quello del lavoro di squadra. Lavorare solo sulla diramazione prencipale, definita in GIT MASTER, è qualcosa che può servire solo a chi ha piccoli progetti da mandare avanti senza necessità di standardizzare il software (e in questo caso non necessiterebbe nemmeno di GIT per dirla tutta). Ma quando un programma diventa grande e modulare e dietro ci sono decine di persone che ci lavorano è molto utile aprire dei BRANCH per chi fa il login, per chi fa e-commerce, per chi si occupa dei CONTATTI etc etc. Quindi vediamo nel dettaglio il BRANCH, come viene gestito da riga di comando o Common Line Interface. Quindi per distinguere le attività mettiamo in gioco la creazione di rami secondari che confluiranno tutti poi alla fine al famoso MERGE, termine tecnico tanto caro a GIT. Le storie secondarie sono definite con nomi che decidiamo noi mentre la linearità del binario principale rimane intatta e sempre nota con il termine MASTER dove sopra il binario c’è un treno che ha una ORIGINE (PARENT che serve da riferimento ai vagoni davanti) e in testa c’è una motrice nota con HEAD. Anche il nome con cui viene definito un RAMO diventa un ALIAS per caratterizzare la parte finale del TRENO ossia quello che per il binario MASTER è un HEAD a capo di tutto, qui a capo di tutto nella diramazione secondaria ci sarà per esempio un ALIAS LOGIN (se il branch è stato chiamato in questo modo). Questo modo di caratterizzare le fermate è molto importante per fare poi delle operazioni sui nodi specifici. Quindi i nostri comandi alla fine saranno finalizzati a creare dei BRANCH, a visualizzarli e a spostarsi tra ramificazioni. Come si fa a visualizzare il branch corrente?

git branch

se troviamo il simbolo asterisco accanto al branch significa che siamo alle prese con il branch corrente in uso. E per creare un ramo? Per esempio uno sviluppo sul login?

git branch seguitodanomechesivuoledare

abbiamo creato il branch ma non stiamo lavorando su quel ramo perché l’asterisco indica l’asterisco che sta a significare l’area di sviluppo in uso, come fare per spostarsi?

git checkout seguitodanomedato

farà comparire un messaggio del tipo: switched to branch “seguitodanomedato” e tornando con il nostro git branch, adesso scopro che l’asterisco si é spostato sul ramo “seguitodanomedato” per indicare il flusso di lavoro corrente. Ho una opzione per assegnare un comando multiplo ossia abilitare subito un nuovo ramo spostando l’asterisco che è:

git checkout -b seguitodaALTROnomechesivuoledare

in questo modo salterò un passaggio

Con il CLIENT SOURCETREE queste operazioni sono come al solito INTUITIVE , in quanto l’iconcina a supporto del branch è facilmente riconoscibile, per cui si rimanda a prove pratiche dirette direttamente dal vivo. In ogni caso è molto facile reperire la documentazione in rete, siti di supporto come https://confluence.atlassian.com/get-started-with-sourcetree/create-and-push-a-branch-to-the-remote-repository-git-847359118.html