Il commit è uno snapshot, ossia una istantanea. Come tutte le foto serve a creare un ricordo memorabile e intenso (simbolicamente rappresentato dal classico pallino a mò di stazione metropolitana sui grafici asincroni di CLI e IDE). Siamo dentro al core di GIT, al centro del suo core business! Con il commit noi formalizziamo qualcosa che è stato completato, un TASK che ci ha tenuti impegnati. Ma come si crea un COMMIT? Quali sono i parametri più comuni? Come faccio a visualizzare una lista di commit? Senza andare su Ray Play o Netflix e facendo riferimento a https://umbriawaydesign.wordpress.com/ andiamo a curiosare. Fondamentalmente un COMMIT è una COPIA e sappiamo dal link citato precedentemente che tutte le modifiche di un file o l’insieme di file da salvaguardare nella nostra foto VANNO TRASCINATE SULLA STAGE AREA, questo é il PRIMO PASSO per creare un COMMIT. Per aggiungere i file alla stage area si usa il comando ADD come visto negli articoli precedenti. Sappiamo anche che usando GIT STATUS il comando ci fa vedere quello che in VERDE è stato trascinato sulla stage area e in ROSSO quello che è rimasto fuori dal REPOSITORY. Ora il comando per generare un COMMIT è:

git commit

per creare snapshot o foto istantanee dalla nostra CLI a riga di comando sono disponibili varie opzioni come il famoso

git commit -m

che ci dà la possibilità di inserire direttamente la descrizione. Altri parametri sono a disposizione per la consultazione digitando:

git help commit

se volessi verificare quanti commit ho creato quale comando devo digitare?

git log

I commit hanno una relazione dal corrente verso il parent, cioé dal più recente al più antico e immaginando un treno il più recente è la motrice ossia il vagone che sta in testa alle carrozze contrassegnato nell’ informatica di GIT con HEAD. Questo HEAD rispetto alla partenza lineare del treno è molto importante perchè se venissero inserite in mezzo altre motrici, è possibile risalire a ritroso verso l’origine usando l’espressione con la tilde (ALT + 0126 da tastiera) :

HEAD ~ 1

in questo modo per esempio si indica la posizione della motrice rispetto all’ origine

una ide fantastica per la gestione di git

E per quanto riguarda i sostenitori dell’ IDE? Le difficoltà psicomotorie dovute alle istruzioni da impartire sulla riga di comando non ci sono perché le interfacce grafiche rendono tutto semplice e intuitivo, quindi basta scaricare SOURCETREE da https://www.sourcetreeapp.com/ come da articoli precedenti e fare delle prove sul campo, come si può vedere in basso a sinistra c’è lo spazio per inserire la descrizione dei cambiamenti effettuati e complessivamente è tutto molto scorrevole con il tasto di invio a basso a destra (sotto non visibile)