Fra i tanti framework presenti in rete in grado di garantire la responsività degli screen fino a una completa adattabilità sulle dimensioni del mondo mobile come dobbiamo orientarci? In rete ne conosciamo molti come materialize https://materializecss.com/ , piuttosto che bootstrap all’ indirizzo https://getbootstrap.com/ , invece che https://semantic-ui.com/ o ancora il sempre più diffuso Bulma presente all’ indirizzo https://bulma.io/ . Noi di Umbriaway Consulting abbiamo provato a testare un pò le potenzialità di ognuno partendo da un applicativo grezzo presente all’ indirizzo https://www.farwebdesign.com/problemsolving/ che in bootstrap è diventato https://www.farwebdesign.com/problemsolving1/ non senza incontrare qualche difficoltà di adattamento. Chiaro il potenziale offerto dal secondo progetto, basta far fare fitness alla pagina riducendola per vedere l’effetto che fa, addirittura il monolitico framework più usato del mondo concede la possibilità di far implodere addirittura le immagini applicando la semplice classe img-responsivi all’ elemento in questione. Ma gli altri due come si comportano? Continua dunque il nostro esperimento, dove nel primo caso si è andati incontro a non pochi pasticci con una complesa sovrapposizioni delle classi tali da pregiudicare persino l’azione di toggle sul link che all’ indirizzo https://www.farwebdesign.com/problemsolving1/ risulta compromessa. Vediamo gli altri due quindi. Con Bulma come è andata? Talmente bene che abbiamo deciso di non testare per il momento materialize e semantic_ui: https://www.farwebdesign.com/problemsolving2/ il framework è semplice e leggero, facile da applicare trita tutto al suo interno senza sovrapposizioni e dover fare operazioni di rammendo con il foglio di stile interno in socrascrittura e ha pochissime classi da ricordare. In uno dei prossimi progetti proveremo materialize a parte ma al momento chi ha esigenze di abbellimento pratiche senza passare eoni a studiare la documentazione allegata (più aumenta il livello di complessità e più tempo serve per districarsi e apprendere le classi) come accade con bootstrap per esempio può ricorrere semplicemente a Bulma che è sconcertante quello che offre come risorse: il minimo indispensabile ma quanto basta per non lasciare impiccati i webmaster costretti a spulciare e riadattare i loro vestiti per le loro creature!