Codifica, charset, caratteri unicode, scelta dei caratteri per il database, problematiche legate alla visualizzazione di accenti e apostrofi, insomma un bel casino quando bisogna risolvere i problemi come in figura. Che fare? Ti affidi a Wolf o speri di risolvere il problema con la preghiera? Figuriamoci poi quando uno passa dal procedurale a MVC, allora si che iniziano le complicazioni! All’ indirizzo http://www.farwebdesign.com/aforismimvc/ avevamo un problema, dopo qualche preghiera o epiteto blasfemo a seconda da che parte vada la vostra immaginazione ecco che arriva una intuizione e se applicassi alla lavorazione della pagina critica che si trova all’ interno del model una funzione fuori dal campo interessato? Ecco che prova e riprova con vari accorgimenti alla fine salta fuori la seguente istruzione: in una delle righe della funzione di costruzione ecco che viene inserita una sorta di parola magica quasi che fosse una speci di abracadabra: $this->content = utf8_encode($content); ma che a che cosa si riferisce nello specifico questa stringa utf8_encode? All’ indirizzo http://php.net/manual/en/function.utf8-encode.php saltano fuori un pò di informazioni utili:

string utf8_encode ( string $data )
This function converts the string data from the ISO-8859-1 encoding to UTF-8.
utf8_encode – Codifica una stringa ISO-8859-1 su UTF-8

Semplice no?! Peccato che prima di trovare la soluzione hai cristonato per circa 48 pre di fila! Ma vabbè, l’importante é non demordere. Ma adesso veniamo ai pazzoidi del gambetto di re tra cui capeggiava ad inizio secolo un certo Spielmann Rudolf da non confondere con un quasi omonimo cappellone degli anni 80. All’ indirizzo http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1075953 abbiamo una situazione decisamente caotica in cui alla mossa 16 il bianco candidamente spara un torre prende f3!! che apre tutta la posizione dove il re nero é indietro nello sviluppo. Ci sarebbe da scommettere qualcosa tipo ma questa partita dura meno di 30 mosse? La risposta é dentro di te ed é giusta: sì, l’attacco del bianco é troppo forte! Alla mossa 19 dopo 19 Af4 il bianco si ritrova solo due pedoni in cambio della torre ma la posizione del nero scricchiola come ghiaccio norvegese a ferragosto. Tatticamente poi alla mossa 23 il bianco recupera qualcosa ingurgitando una succosa regina. Certo che questo signore é proprio da conoscere quindi andiamo su https://it.wikipedia.org/wiki/Rudolf_Spielmann . Come spesso capita ai giocatori di scacchi la fine é poco dignitosa: Avvocato, non esercitò mai la professione, essendo sempre un professionista degli scacchi. In quanto ebreo dovette fuggire dal suo paese natale per rifugiarsi prima a Praga, poi nei Paesi Bassi e infine nel 1939 in Svezia, a Stoccolma, dove morì in povertà.  Di carattere mite e tranquillo nella vita, diventava nervoso e impressionabile mentre giocava e alternava prestazioni ottime a risultati mediocri. Vabbè se hai un repertorio di aperture squilibrato qualche rotella fuori allineamento ci potrebbe stare sempre in funzione di quel genio e sregolatezza che caratterizza le prestazioni da miniatura. Vediamo ad esempio la game http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1130925 dove il bianco sembra quasi impostare un attacco classico senza esagerazioni. Proseguiamo con la http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1130889 dove anche qui Rudolf si dimentica di lanciare addosso all’ avversario solo la borsa dell’ acqua calda. Anche contro Flamberg fa sfoggio di grande energia e capacità tecnica http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1130800 e il matto artistico contro Walter: http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1130908 bello eh! Ma questo agonista ha mai vinto contro giocatori tosti? Si http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1119753 e comunque vedere altre prestazioni brillanti alla pagina http://www.chessgames.com/player/rudolf_spielmann.html

Annunci